Home Cronaca & Attualità Acerra. Scoperti resti di epoca romana nell’ambito di un progetto universitario

Acerra. Scoperti resti di epoca romana nell’ambito di un progetto universitario

242
0

badia_pozzeveri5Giovedì mattina un gruppo di studenti e ricercatori del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Salerno hanno scoperto ad Acerra, nel quartiere Calabricito, i resti di un tempio romano, di un podio e di un portico con colonnato; il tutto risaliva ai tempi del primo secolo Avanti Cristo. Lo scorso lunedì 6 luglio, gli studenti annunciarono di venire ad Acerra per visitare il sito archeologico e soprattutto per cercare il tempio. Ma scavando a fondo, oltre a scoprire il tempio hanno reperito anche il podio e il portico, come detto precedentemente. Inoltre gli studenti (accompagnati dai docenti), non ancora sazi di quanto già scovato, con grande caparbietà sono riusciti anche a rinvenire un’antica tomba romana. Il tutto è avvenuto nell’ambito di un progetto universitario, in cui il comune di Acerra ha dato il suo assenso nel partecipare al finanziamento di tale progetto, che si concluderà alla fine di questa settimana. Il sito archeologico è ubicato a Suessola, una cittadina situata a nord-est di Acerra, che ha origini osche-etrusche; storicamente è stata sotto l’egemonia dei Romani. In passato Suessola è stata meta di molti archeologi, nel quale sono riusciti a trovare oltre cento reperti, anche una vasta necropoli, un’area urbana con basilica e la parte di un antico foro. Sul posto si è recato anche il sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, che ha raggiunto i docenti e gli studenti, per complimentarsi con loro.

Articolo precedenteApre il primo 3DiTALY Store a Napoli
Articolo successivoNasce a Casoria la scuola calcio Funteam con un moderno centro polifunzionale.
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.