Home Cronaca & Attualità Acerra, le mamme della “Terra dei Fuochi” in rivolta.

Acerra, le mamme della “Terra dei Fuochi” in rivolta.

78
0

1280x720-maeIl termovalorizzatore di Acerra torna a scatenare nuove polemiche, infatti due giorni fa le mamme del comune compreso nella “Terra dei Fuochi”  dopo aver accompagnato i loro figli in una scuola elementare, hanno organizzato una rivolta rivolgendosi direttamente al comune e ai politici, il coro è stato netto e chiaro “vergogna”. Le donne furibonde hanno così inveito contro l’assessore all’ambiente Angelico, che è successivamente riuscito a placare momentaneamente lo stato d’animo delle mamme arrabbiate e spaventate, da quella che potrebbe essere una nuova ondata di agenti inquinanti da parte degli scarti secchi provenienti dal sito di stoccaggio di Coda di Volpe a Eboli, accumulo dei rifiuti delle passate emergenze che tutti noi ben conosciamo.
L’assessore ha dichiarato una tregua con la promessa di un tavolo di confronto tra le istituzioni e i cittadini, la questione dunque mira da parte delle donne alla conoscenza della natura dei rifiuti, lo hanno dichiarato apertamente, vogliono garanzie sul tipo di rifiuti e sulla salubrità ambientale. D’altro canto la popolazione del sito di Coda di Volpe comincia a lamentarsi in vista dei ritardi dei lavori in corso bloccati dalla manifestazione di dissenso delle mamme acerrane.
In mancanza di una seria discussione tra istituzioni e cittadini la popolazione acerrana ha dunque minacciato il blocco dei lavori al termovalorizzatore.

Articolo precedenteNapoli ricorda Eduardo, genio intramontabile del teatro italiano
Articolo successivoCasavatore. I cittadini chiedono maggiore trasparenza e riduzione TARI
Studente di scienze della comunicazione e giornalista free lance/blogger, mi occupo di politica, ambiente e tecnologia. L'open source e l' e-learning sono le mie aree di specializzazione, infatti ho finanziato tramite crowdfunding e costruito una stampante 3D e produco video corsi.