12506844_10208865975876063_173895905_nColonia al centro del mirino mediatico. Dopo la notte di S. Silvestro sono state diffuse notizie di abusi di massa contro gruppi di donne, realizzati da mandrie di uomini, di diversa nazionalità. Di giorno in giorno aumentano le denunce sul caso avvenuto in Germania a Capodanno scorso. Centinaia di donne hanno dichiarato di aver subito violenze da parte di uomini ubriachi, immigrati. Tutte alludono a palpeggiamenti sul corpo cui hanno dovuto sottostare, comprensivi di rapine.
Allo stato attuale fa riflettere il numero dei dati segnalanti soprusi, in continuo proliferare non solo a Calonia, ma in tutta Europa. Le aggressioni sarebbero avvenute anche ad Amburgo, Stoccarda Salisburgo, Zurigo, Helsinki, e in Svezia. Al momento non esisterebbero legami tra quanto accaduto nelle varie città, seppur si parli di “regia comune” di gruppi xenofobi che potrebbero aver cavalcato l’onda mediatica del momento. Non è un caso, che dopo i fatti ormai diffusi a livello internazionale, il numero dei tedeschi favorevoli alla reintroduzione di controlli alle frontiere o all’espulsione degli immigrati, si sia incrementato. La popolazione tedesca, soprattutto quella femminile, intanto chiede maggiori telecamere di sorveglianza nei luoghi pubblici. Ben il 41% dei tedeschi giudica che vi siano più svantaggi che vantaggi nell’accoglienza dei rifugiati.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •