Home Cultura Abiti, Uniformi e Decorazioni dell’Ordine di Malta

Abiti, Uniformi e Decorazioni dell’Ordine di Malta

216
0

Alcuni mercanti della repubblica marinara di Amalfi ottennero il permesso di costruire a Gerusalemme una chiesa, un convento e un ospedale intitolato a San Giovanni Battista nel quale assistere i pellegrini

E’ stata appena pubblicata la terza edizione del libro di Luciano Valentini di Laviano della casa editrice Logart Press

“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito…perché la lettura è una immortalità all’indietro” così Umberto Eco. Quindi la storia è alla base della nostra Umanità poiché non si ha futuro senza conoscere le nostre radici. Fra le più antiche tradizioni che resistono ai secoli vi è quella dell’istituzione dell’Ordine di Malta. L’Ordine a circa 1.000 anni di storia, nato come  comunità religiosa degli Ospitalieri di San Giovanni in Terra Santa. Alcuni mercanti della repubblica marinara di Amalfi ottennero il permesso di costruire a Gerusalemme una chiesa, un convento e un ospedale intitolato a San Giovanni Battista nel quale assistere i pellegrini. Successivamente la comunità religiosa viene trasformata in un ordine religioso laicale sotto la protezione della Chiesa, attribuendogli il diritto di eleggere liberamente i suoi superiori, senza interferenza da parte di altre autorità laiche o religiose, tutti i confratelli erano religiosi, legati dai tre voti monastici, di povertà, castità e obbedienza ed erano dediti all’assistenza dei poveri e dei malati. Gli eventi storici necessitarono la difesa militare e della fede dei malati e dei pellegrini e la protezione delle strade di collegamento principali. Assistenza, ospitalità e difesa per tutti i pellegrini in Terra Santa. L’Ordine adottò la bianca Croce Ottagona, le cui otto punte rappresentano le otto Beatitudini e che ancora oggi è il suo simbolo. L’evolversi dei tempi, e la conseguente evoluzione delle necessità operative dei Cavalieri e delle Dame dell’Ordine, ha anche comportato delle modifiche nella foggia dei loro abiti, delle uniformi e delle decorazioni. Indossare i suddetti abiti e insegne significa aver dato prova di amare il prossimo e fatto proprio il motto: “ Difesa della Fede e Assistenza ai Bisognosi”, pertanto mai come in questo caso si può affermare che gli abiti rappresentano solo l’aspetto “esteriore” dei membri dell’Ordine di Malta, rappresentando un grande impegno che richiede spirito di sacrificio e dedizione nell’assistenza dei malati, dei poveri e di tutti gli emarginati, vedendo in loro un nostro fratello bisognoso di aiuto. Luciano Valentini di Laviano, nato a Perugia nel 1956, ha sentito la necessità di scrivere il volume: “Abiti, Uniformi e Decorazioni dell’Ordine di Malta” – edito dalla casa editrice Logart Press di Roma www.logartpress.com – per fare chiarezza i questo delicato campo. L’autore  collabora con l’Ordine di Malta dal 1980, viene ricevuto nell’Ordine nel 1995 e ha ricoperto molti incarichi: Cancelliere e Delegato per le Comunicazioni del Gran Priorato di Roma; Delegato per l’Umbria; oggi è Colonnello Direttore di Gruppo Ospedali del Corpo Militare dell’Ordine nonché ausiliario speciale dell’Esercito Italiano, con l’incarico di Responsabile dell’Unità Territoriale Umbria. La Logart Press Editore di Lolita Guakil è una raffinata casa editrice specializzata in Libri d’Arte di vari argomenti, anche di Edizioni internazionali, e progetti di consulenza grafica editoriale. Sempre alla ricerca dell’insolito, nell’ambito di una cultura internazionale ad ampio spettro, con alla base i valori della tradizione e l’interesse dell’attualità. E’ stata appena pubblicata la terza edizione aggiornata al 2022 del libro di Luciano Valentini di Laviano,  aggiornata con le modifiche sancite dai decreti del Sovrano Consiglio in questi ultimi 12 anni. «Era necessario questo aggiornamento – dichiara l’autore – per mantenere questo strumento al passo con le modifiche, se pur poche, ad alcune insegne dell’Ordine». Prosegue Valentini: «E’stata anche l’occasione per integrare e completare alcune didascalie e, si sa che può capitare, correggere alcuni refusi».  Questo libro, che riporta le foto della ditta Giardino di Roma, è la più recente e accurata pubblicazione sugli abiti, le uniformi e le decorazioni dell’Ordine di Malta, è dunque il punto di riferimento per tutti coloro che sono appassionati della materia e della storia del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta, come è il nome completo, per consentire la comprensione dei differenti simboli che contraddistinguono i Cavalieri e le Dame membri dell’Ordine.

Articolo precedenteCasoria, è realtà la Biblioteca scolastica dell’I.C. 1° Ludovico da Casoria
Articolo successivoBonus sport, ecco come richiederlo
Nato a Napoli, Maturità Classica, Laureato in Giurisprudenza 110/110 e lode, iscritto all’Albo dei Giornalisti dal ‘73, socio GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), specializzato in Enogastronomia, Viaggi, Turismo e Cultura, Ispettore On. Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, corrispondente di testate internazionali e nazionali, componente del consiglio direttivo della Sez. Italiana Ass. dei Giornalisti Europei, Vicepres. del Movimento Unitario Giornalisti, M.lo Superiore Corpo Ambientale Nazionale responsabile distaccamento di Napoli, socio fondatore Rotary, Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “motu proprio” presidenziale