Un nuovo mese, l’ultimo dell’anno per me, direttore e per tutti i cittadini. Devo dire con fierezza, che il nostro giornale ha raggiunto grandi risultati, 8000 like da poco, e validi collaboratori si sono uniti alla nostra squadra.

Segnalo Vincenzo Milone, autore anche del libro “Victoria” assolutamente da acquistare, Pietro Sposito, che tratta articoli interessanti sulla fitoterapia,  Giovanni Rossi Filangieri, avvocato e ideatore del sito www.esserealtrove.it e Anna Ciriello sorella di Luca dell’agenzia casoriana Lunìa Film, di cui abbiamo anche parlato.

Questi due ultimi acquisti sono dei viaggiatori eccellenti e daranno presto una panoramica su viaggi e tradizioni locali. Il Giornale di Casoria si arricchirà ulteriormente di nuove conoscenze e competenze, che sicuramente gioveranno al lettore.

Naturalmente non tralasciamo di parlare della nostra città, Casoria, tanto amata, ma tanto martoriata. Di recente i cittadini si lamentano tantissimo per la mancata sicurezza in città e per gli atti criminosi che la infangano. Più volte ci siamo interessati all’argomento e le notizie di nera rinforzano tristemente quelli che sono “tutt’altro che miti”. Sui social la gente si scatena, denunciando che la nostra è ormai terra di nessuno.

Certo occorrerebbero controlli, un maggior dispiegamento di forze dell’ordine, un modo per far sentire gli onesti cittadini tutelati e meglio al sicuro nel luogo che a loro appartiene.

Ormai non ci si fida nemmeno più delle forze dell’ordine: in tanti disprezzano la loro figura, il loro operato e raramente ci si rivolge a loro.

Proprio di recente abbiamo pubblicato un articolo sulla Polizia Municipale, trattando della consegna a loro di una nuova arma: lo spray al peperoncino. Prontamente una folla di casoriani “indignata” ha commentato il post, parlando male dei vigili, del sindaco e di tutte le autorità presenti.

Un’altra cosa ci preoccupa non poco: il tema spazzatura. Si diceva che era stato tutto risolto, che la cittadina era ormai ripulita dagli ingombranti, ma a quanto pare non è così. Decine le foto scattate dai cittadini a dimostrazione che il comune ancora lotta contro il “sacchetto selvaggio” e chi si diverte a rilasciare mondezza in strada,ancora una volta, senza punizione, senza controllo.

Il primo cittadino Pasquale Fuccio, (figura amata o odiata dal popolo?) ha asserito che il tema sicurezza è molto caro all’amministrazione e ben presto in Casoria saranno appostate telecamere in punti considerati “strategici”. La domanda che tutti si chiedono è: “funzioneranno davvero?”

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •