Una tragedia, avvenuta a Pozzuoli, precisamente all’interno del cratere della Solfatara, ha coinvolto quasi un’intera famiglia. Tre morti, padre, madre e figlio di 11 anni; a salvarsi solo un dei figli di 7 anni.

Il tutto ha avuto inizio, secondo le prime ricostruzioni, quando uno dei due bambini, l’11enne, ha oltrepassato il limite consentito oltrepassando quindi il cratere. Dopo aver perso i sensi, a causa delle esalazioni, il padre e la madre sono accorsi in suo aiuto. L’uomo è stato risucchiato dal “terreno friabile”, seguito dalla moglie. Tutti e tre sono purtroppo deceduti a causa delle esalazioni.

A lasciare una dichiarazione riguardo all’accaduto è Antonio Guerriero, titolare dell’omonimo bar. Come riportato su “Ansa Campania”, il bambino “sopravvissuto” sarebbe stato portato nel bar, ovviamente scosso dalla vicenda, chiedendo di continuo dei suoi familiari.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •