(di Daniela Devecchi)Per le offese subite dal popolo partenopeo su Twitter e Facebook a seguito della tragedia che ha colpito la più grande delle isole dell’arcipelago campano, l’avvocato penalista Angelo Pisani ha presentato una denuncia dettagliata alle autorità giudiziarie. In effetti le offese e i cori razzisti e oltremodo offensivi successivi alla tragedia di Ischia quali “Il terremoto è poco, ora tocca al Vesuvio…” o altre dello stesso genere, non potevano restare impunite. Per questo ci si è rivolti stavolta al giudice per scovare e condannare severamente chi è stato l’autore di tali esecrabili parole. Lo sdegno per le frasi razziste e blasfeme è stato unanime e non solo da parte dei cittadini campani, ma da ogni parte d’Italia. In effetti questi profili social si nascondono sotto pseudonimi, nomi di fantasia o puramente inventati proprio approfittando dell’anonimato della rete e non farsi così scovare. Stavolta saranno le autorità preposte a stanare i colpevoli e fornire una pena che possa essere d’esempio verso chiunque gode sulle disgrazie altrui. Anche il gruppo facebook “Sei di Casoria se…” proprio ieri è stato bersagliato dagli hacker che hanno deriso la sventura accaduta a Casamicciola. Naturalmente non sono mancate le polemiche e gli insulti tipici di chi vuole provocare una lite.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •