Non proprio quella che si può definire una bella partita quella tra Atalanta e Napoli, ma i tre punti conquistati a Bergamo sono per i partenopei importanti e forse i più significativi. Le grandi squadre portano a casa questo tipo di partite e il Napoli è diventato grande squadra già da un bel po’. Il match winner è Dries mertens che non apponeva il suo sigillo da quasi tre mesi.

Il folletto belga si conferma cannoniere nei match a ora di pranzo, avendo già segnato 9 gol. Primo tempo a ritmi bassi e nessuna occasione né da una parte né dall’altra.

Hamsik in panchina dopo l’attacco febbrile di metà settimana sostituito da Zielinski.

Più emozioni nella ripresa, quando il Napoli prende in mano il pallino del gioco e comincia a costruire occasioni appetibili. Al 9′, Berisha devia d’istinto un colpo di testa ravvicinato di Callejon, e Masiello completa il salvataggio, sulla linea di porta, per anticipare l’accorrente Mertens.

L’azione del gol arriva con una bella azione di Callejon molto ispirato nella ripresa, che verticalizza per Mertens che brucia sullo scatto Caldara e infila Berisha in diagonale. L’Atalanta prova la reazione, ma Albiol, e Koulibaly sono un muro davanti a Reina. Hamsik protagonista nel finale, con un gol sbagliato e un gol annullato per fuorigioco.

Gli azzurri tengono salda la prima posizione in attesa della sfida di domani della Juve con il Genoa, una settimana in meno al traguardo e al sogno dei partenopei.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •