Martedì 21 novembre in scena la quinta giornata di Champions League, col Napoli che ospiterà al San Paolo lo Shakhtar Donetsk, crocevia importante per conoscere il destino azzurro nella massima competizione europea per club.

Napoli che arriva a questo match con soli 3 punti conquistati finora nel girone, ottenuti in casa contro il Feyenoord, 3-1 grazie a Insigne, Mertens e Callejon. Saranno loro a guidare l’attacco contro gli ucraini.

Naturalmente non tutto dipenderà dagli azzurri, ma già questa partita potrà decidere le loro sorti, compromettendo il tutto proprio nella partita d’andata contro lo Shakthar Donetsk, persa 2-1 a Kharkiv.

Napoli che giocherà per la quarta volta nella sua storia in casa contro una compagine ucraina, con un bilancio di una vittoria e due pareggi. Vittoria maturata ai gironi di Europa League, edizione 2012/13, 4-2 contro il Dnipro.

Mattatore assoluto della gara, Cavani, autore di un fantastico poker. Il primo pareggio è arrivato sempre contro il Dnipro e sempre in Europa League, ma stavolta nell’edizione 2014/15, semifinale d’andata.

Finì 1-1 al San Paolo, col Napoli furibondo per il goal subito in palese fuorigioco, perdendo poi 1-0 al ritorno in Ucraina. Dunque Dnipro in finale in virtù anche del goal irregolare segnato a Napoli.

L’altro pareggio si è verificato più o meno un anno fa, 23 novembre 2016, nella scorsa edizione della Champions League, 0-0 contro la Dinamo Kiev. Al Napoli però serve il bottino pieno e non può accontentarsi di un solo punto.

Napoli – Shakthdar Donetsk sarà arbitrata dallo sloveno Skomina, il quale ha diretto già gli azzurri per tre volte in carriera: una volta al San Paolo e due volte in trasferta, con due vittorie su tre.

La prima volta in Napoli – Manchester City 2-1 2011/12 ai gironi di Champions League, doppietta di Cavani. Seconda volta in Real Madrid – Napoli 3-1 agli ottavi di finale della scorsa Champions League e quest’anno ai preliminari di agosto.

E’ accaduto infatti nella partita di ritorno contro il Nizza in Costa Azzurra, 0-2 del Napoli con le reti di Callejon e Insigne. Vittoria che ha consentito di centrare i gironi, grazie al 2-0 dell’andata, ad opera di Mertens e Jorginho.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •