Dopo il passo falso di Kharkiv contro lo Shakhtar Donetsk alla prima giornata di Champions League, il Napoli deve riscattarsi per restare nella scia del Manchester City, già volato in classifica a 3 punti.

La seconda giornata prevede un match inedito per gli azzurri, ospitando al San Paolo martedì alle 20:45 i campioni d’Olanda del Feyenoord, mai affrontati prima d’ora in nessuna competizione europea.

In generale sono pochi i precedenti del Napoli contro squadre olandesi, ottenendo 1 sola vittoria su 6 incroci: nella Coppa delle Fiere 1969/70 1-0 al San Paolo contro l’Ajax, firmato da Manservisi su assist di Altafini.

Mentre negli altri 5 incroci, 2 pareggi e 3 sconfitte: 4-0 ai supplementari al ritorno contro l’Ajax nella Coppa delle Fiere 1969/70, 1-3 in casa all’andata contro il PSV nella fase a gironi dell’Europa League 2012/13 con Mazzarri in panchina.

In quella partita il Napoli andò anche in vantaggio col goal di Cavani, vanificato col senno di poi. Al ritorno contro il PSV il Napoli pure perse, per 3-0 in Olanda: 2-0 griffato da un certo Mertens. Due partitacce per la squadra di Mazzarri.

I 2 pareggi entrambi arrivati nella stagione 2010/11, sempre nella fase a gironi dell’Europa League e sempre con Mazzarri in panchina: 0-0 al San Paolo contro l’Utrecht all’andata e pirotecnico 3-3 al ritorno, con tripletta di Cavani.

Insomma un bilancio poco benevolo alla truppa di Sarri, la quale non può permettersi di perdere altri punti per strada, se aspira a disputare una buona Champions League. Contro il Feyenoord sarà importante vincere.

Il Napoli nella sua storia come squadre olandesi nelle coppe europee ha incontrato Ajax, PSV e Utrecht, proprio da Ajax e PSV sono arrivati due rinforzi non olandesi: nell’estate 2013 Mertens dal PSV e nell’estate 2016 Milik dall’Ajax.

Di sicuro il primo sarà protagonista dall’inizio con Callejon a destra e Insigne a sinistra, anche perché mancherà quasi certamente il secondo. L’attaccante polacco si è infortunato nel finale contro la Spal, una brutta tegola per gli azzurri.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •