(di Daniela Devecchi)

La terra dei fuochi non smette di bruciare:  a parte l’incendio dell’ex fabbrica dismessa Tubibonne a cui abbiamo dedicato vari articoli. Questa mattina nei pressi di un campo Rom alle porte del centro commerciale Auchan a Giugliano, un’incendio vastissimo ha invaso la zona, tanto che i compratori “della domenica” sono stati costretti a scappare, il fumo era visibile da chilometri di distanza e l’intero stabile intorno alle 15 ha dovuto dichiarare “chiusura per roghi tossici a tempo indeterminato”. Incendi sono stati registrati anche alle pendici del monte Somma e il fumo è visibile anche dai balconi della nostra città. Roghi tossici anche a Cercola, Marigliano e Nolano per fortuna senza danni alle persone. Come riporta il Mattino, alcuni vandali hanno persino provato a approfittare della situazione tentando di svaligiare, nei pressi di Terzigno, le abitazioni rimaste momentaneamente vuote. Per fortuna queste persone, in tutto 3, sono state prese, ma in giro ce ne potrebbero essere molti altri che approfittano del caos imperante. Qualche settimana fa anche le montagne del salernitano sono state oggetto dei piromani e diversi ettari di bosco sono stati distrutti. Terra bruciata si intravede anche nei pressi del centro commerciale Ipercoop e il calore di queste ultime settimane ha fatto aumentare di parecchio la puzza e proliferare insetti di ogni tipo. Per tutto il circondario di Napoli si respira un’aria inquinata e dannosa alla salute: vittime innocenti dei vari disastri ambientali, saranno le nuove generazioni.
–> 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •