“Dopo il Crocifisso di Michelangelo e Leonardo da Vinci con il Salvador Mundi, continuiamo la tradizione del nostro museo di mettere a disposizione del pubblico grandi capolavori”. Parole piene di soddisfazione quelle dell’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, che ha inaugurato la mostra al Complesso monumentale di Donnaregina a Napoli dove è esposta da fino al 30 aprile la “Madonna col Bambino in una ghirlanda di fiori” (olio su tavola, 1616 – 18), di Peter Paul Rubens e di Jan Brueghel il Vecchio.

Il quadro presenta la Madonna che sorregge con una mano il fanciullo, che intanto accenna i primi passi sul piano di una balaustra. Una ghirlanda intrecciata di rose, tulipani, ortensie, orchidee e tante altre rarissime specie di fiori, adorna la composizione

“La Campania deve diventare polo di attrazione culturale e turistica. Puntiamo su eventi di qualità sosteniamo questo tipo di mostre anche con un impegno finanziario rilevante. Credo che dobbiamo puntare a eventi di eccellenza, la mostra di Rubens o di Leonardo vale 100 sagre che potremmo sostenere”, queste le parole del governatore De Luca.

Condividi su
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •