Finalmente, dopo il primo via libera del giugno scorso, a partire dal primo dicembre sarà possibile richiedere la carta ReI,ovvero la carta del reddito di inclusione introdotto dal governo per le famiglie con difficoltà economiche, dove sarà caricato l’importo in base alla propria fascia di appartenenza ISEE.

Secondo quanto riportato dalla circolare emanata dall’INPS, tale misura oltre a un beneficio economico prevederà anche un progetto personalizzato del cittadino che mira a reinserirlo nel mondo del lavoro.

Saranno beneficiati, in primis, le famiglie con minori, disabili, donne in gravidanza a quattro mesi dal parto e over 55 disoccupati con importo variabile (485 euro mensili per 5 componenti nel nucleo familiare).

Questo sussidio contro la povertà verrà erogato dal 1° gennaio 2018.

La domanda dovrà essere presentata al proprio Comune di residenza che la farà pervenire all’INPS, che a sua volta verificherà il possesso dei requisiti.

Il nucleo familiare interessato al beneficio dovrà avere un valore di Isee in corso di validità non superiore a 6.000 euro e un valore dell’Isre (l’indicatore reddituale dell’Isee) non superiore a 3.000 euro. Oltre alla casa di abitazione, il nucleo familiare non potrà avere un patrimonio immobiliare superiore a 20.000euro e uno mobiliare superiore a 10.000euro.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •