(di Daniela Devecchi) 

Non siamo a Casoria è vero, eppure la notizia di ieri, attuale tutt’oggi, del crollo della palazzina a Torre Annunziata ha gettato tutti nello sconforto e sgomento; in generale Napoli e la Campania si sono stretti attorno al lutto e alla tragedia. Otto persone morte: un bilancio spaventoso e terrificante per dei semplici “lavori di ristrutturazione”. Sono molti i palazzi in tutta Napoli che sono potenzialmente a rischio crollo, ma fino a oggi raramente si riscontrano lavori per manutenzione ordinaria o straordinaria e il caldo di certo rallenterà di parecchio la cosa. La stessa Casoria potrebbe essere colpita da eventi del genere e in queste ore la cittadina vive comunque momenti d’angoscia. In generale tutti si sentono vicini a questo disastro e tutti temono che una cosa del genere non sia lontana da loro. La magistratura ha aperto un’inchiesta sull’infausta vicenda: si spera solo che quanto prima si scovino e castighino i responsabili di quanto accaduto e ora più che mai la giustizia, i familiari delle vittime richiedono, deve fare il suo corso quanto prima.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •