I social vanno usati con prudenza in generale. Nel particolare quando si commettono atti illeciti è da veri polli pubblicare le proprie- per così dire- gesta delinquenziali su di essi. Il contrario di quanto ha fatto un diciassettenne di Olevano in provincia di Salerno. Coltivava nel giardino di casa, una pianta dimarijuana, che cresceva rigogliosa. Ed ecco che non contento della cosa ha postato su Instagram le foto della pianta, pensando di ricevere centinai di like. Ed invece questa sua voglia di dimostrare al pubblico dei social la sua bravata, ha prodotto l’arrivo in casa degli agenti della sezione volanti del Commissariato di Battipaglia, che hanno perquisito la casa, facendo scattare le manette per l’incauto ragazzo, ed il relativo sequestro della pianta cresciuta in altezza per un metro e più. Il Tribunale dei Minori ha convalidato l’arresto disponendo però gli arresti domiciliari. Le indagini di rito hanno chiarito che proprio uno degli suoi amici virtuali dai quali il giovane si aspettava il rituale like, ha avvisato le forze dell’ordine della bravata del minorenne.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •