“Oggi la commissione congiunta Giovani e Qualità della vita ha scattato una fotografia perfetta del degrado che attanaglia il Centro Direzionale: criminalità diffusa, prostituzione, insicurezza generale per i cittadini che 20/25 anni fa decisero di andare a vivere in quel quartiere. Una situazione uguale, se non peggiore, a quella del 2011 quando il sindaco de Magistris prese le redini di questa amministrazione, con l’aggravante che il progetto del raddoppio del Centro Direzionale è fermo al palo e le aree sgombrate all’uopo risultano abbandonate. Penso ad esempio all’ex mercato ortofrutticolo, diventato intanto un campo rom abusivo dove vivono circa 300 persone, tra cui molti bambini, in condizioni davvero inaccettabili”. Lo scrive in una nota il consigliere del Comune di Napoli, Domenico Palmieri, presidente della commissione Trasparenza.

“Serve un impegno politico forte e preciso da parte di questa amministrazione se si vuole invertire la rotta  – continua Palmieri – Il quartiere ha tutte le potenzialità per risollevarsi, per diventare fulcro di attività commerciali e anche ludiche. Potrebbe essere una valida alternativa per decongestionare la movida di Chiaia”.

“Siamo al secondo mandato di questo sindaco – conclude Palmieri – O si interviene con determinazione sull’area, che peraltro è anche circoscritta, o è chiaro che le istanze dei cittadini resteranno inevase”.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •