La multiculturalità come occasione di crescita culturale dei popoli. E’ questa la filosofia di fondo dell’incontro svoltosi presso l’Istituto Alberghiero “Antonio Esposito Ferraioli” di Napoli con l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” organizzato in occasione del Capodanno Cinese.

 

L’iniziativa, che ha visto una proficua condivisione delle cucine, delle sale di ricevimento e degli spazi dell’istituto napoletano guidato dalla professoressa Rita Pagano, rilancia una collaborazione didattica consolidatasi negli anni.

 

“Sugelliamo, festeggiando il capodanno con una comunità che vanta una cultura culinaria millenaria a dir poco straordinaria – sottolinea la professoressa Pagano – un percorso formativo particolarmente apprezzato dai nostri studenti sempre più interessati ad apprendere la lingua e le tradizioni cinesi: lo facciamo in un clima di festa scambiandoci i piccoli ‘segreti’ delle rispettive arti culinarie. Di questo ringrazio la dirigenza dell’Istituto Confucio che ci ha dato la possibilità di realizzare questa iniziativa”.

 

Un’occasione preziosa, dunque, per gli studenti del Ferraioli che hanno potuto seguire un corso di lingua cinese, per imparare a preparare i tipici ravioli cinesi; così come per i loro ‘colleghi’ dell’Istituto Confucio che hanno potuto apprendere i segreti della tradizionale pasticceria napoletana. Il tutto condito da performances musicali Balli canti giochi della tradizione cinese

 

L’evento, particolarmente apprezzato dall’Italian Director of the Confucius Institute, Paola Paderni, e dal Chinese Director of the Confucius Institute, XU Haiming, ha visto una nutrita partecipazione di studenti, dirigenti e docenti di entrambi gli istituti.

Condividi su
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •